Lacerazione del frenulo o filetto del pene

Il frenulo del pene è il sottile lembo di pelle che unisce inferiormente la punta del pene, cioè il “glande”, alla pelle che ricopre la punta del pene, cioè il “prepuzio”. Il frenulo ha un’ampia variabilità tra le persone sia nel senso di robustezza e spessore, che di livello di inserzione, cioè attaccatura, sul glande. In prossimità del frenulo vi è una elevata densità di ricettori che trasmettono la sensazione del piacere, similmente alla regione della corona del glande.
Quando si è in presenza di una tensione oppure trazione del frenulo sul glande, sia in flaccidità abbassando manualmente il prepuzio sia in erezione, siamo in presenza della cosiddetta “brevità del frenulo”, o “frenulo breve”.
Quando si inizia ad avere attività sessuale il frenulo si può rompere.


La lacerazione del frenulo ai primi rapporti sessuali o con masturbazione vigorosa non è assolutamente la regola; come sopra detto esiste un’ampia variabilità delle caratteristiche del frenulo tra le persone. Le caratteristiche che rendono “a rischio” di lacerazione un frenulo sono principalmente la struttura sottile del frenulo, e una brevità tale da determinare la sensazione di trazione sul glande, in erezione.
Quando siamo di fronte ad una lacerazione del frenulo si determina dolore e sanguinamento di vario grado; lungo il frenulo passa infatti una piccola arteria. In questi casi niente paura: l’atteggiamento immediato più corretto è tamponare la ferita, comprimendo il glande tra pollice e indice all’altezza della lacerazione. Molte volte, aspettando un tempo variabile da caso a caso, questa manovra è sufficiente ad arrestare il sanguinamento. Se così non è o se la lacerazione risulta particolarmente estesa, si rende necessario rivolgersi ad un pronto soccorso, dove normalmente, dopo anestesia locale, viene regolarizzata la lacerazione e vengono dati dei punti di sutura.
Se la lacerazione non causa sanguinamenti importanti non è necessario rivolgersi al pronto soccorso. In questi casi basta disinfettare la zona quotidianamente per una settimana, ed attendere pazientemente la guarigione spontanea, che di solito avviene in una decina di giorni. Si consiglia  di non riprendere i rapporti prima di almeno 20 giorni dalla lacerazione.
La lacerazione del frenulo può essere completa o parziale. In caso di lacerazione completa, dopo guarigione il problema è risolto. Se la lacerazione è stata solo parziale e determina dolore a rapporti successivi si è a rischio di poter incorrere in ulteriore lacerazione o microlacerazioni. In questo caso si possono continuare ad avere rapporti con la possibilità di una successiva lacerazione completa che risolva "naturalmente" il problema (opzione possibile ma dolorosa). Tuttavia, una  correzione chirurgica ambulatoriale (cioè “frenuloplastica”) è consigliabile in quanto indolore e definitiva.
La lacerazione spontanea a guarigione avvenuta può lasciare come esiti dei minimi residui cutanei del frenulo originale; questi residui non sono assolutamente fastidiosi per i rapporti sessuali, ma per alcuni possono essere percepiti “poco estetici”. In questi casi è possibile la loro rimozione chirurgica ambulatoriale.

 

FacebookGoogle PlusTwitter

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Urologotorino.it utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l`utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare, si accetta e si approva la nostra policy sull`impiego di cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Copyright © 2011 - Tutti i diritti riservati
Urologo Andrologo Dott. Gian Luca Milan - Via Gioanetti 7/A - Torino - Italia - Tel. +39 011 8399088 - P.Iva 08995770016 - C.Fisc. MLNGLC74E30C665B
Note legaliNorme Privacy | Cookies Policy