Uretrocistoscopia flessibile: procedura e indicazioni

urocistoscopia

Abbiamo già precedentemente parlato in un articolo della cistoscopia con strumento flessibile. Ora vorremmo soffermarci in maniera piu’ approfondita sulla procedura e sulle indicazioni all’esecuzione di questo accertamento. Abbiamo già detto che tale esame consente all'urologo di “vedere” direttamente, tramite un tubo fine molle dotato di telecamera, l’interno del canale uretrale (uretroscopia) e vescicale (cistoscopia).

Leggi tutto: Uretrocistoscopia flessibile: procedura e indicazioni

Testicolo in ascensore o retrattile: cos'è?

visita urologo dolore inguinale

Una delle maggiori richieste di visita urologica o andrologica nel giovane è la presenza di uno o di entrambi i testicoli in “ascensore” o retrattili.Tale situazione si caratterizza per la risalita frequente di uno di entrambe le gonadi dalla scroto al canale inguinale. Non si tratta di una malattia ma di una anomalia della mobilità testicolare.

Leggi tutto: Testicolo in ascensore o retrattile: cos'è?

Induratio penis plastica e diagnosi precoce

malattia di peyronie

L’induratio Penis Plastica (IPP) è detta anche malattia di La Peyronie dal medico francese che la descrisse alla fine del 1700. Questa malattia porta a una degenerazione fibrotica e a volte calcifica della tunica albuginea dei corpi cavernosi o del setto intercavernoso. Ciò determina un retrazione dell’organo e ad una curvatura che può essere lieve o molto accentuata fino ad arrivare all’impossibilità del rapporto penetrativo. In alcuni casi la malattia determina disfunzione erettile sia per l’impatto psicologico che attanaglia il soggetto affetto sia per un problema vascolare in quanto a causa della fibrosi può venire meno “l’intrappolamento” del sangue nei corpi cavernosi durante l’erezione con possibile insorgenza di deficit vascolare di tipo veno-occlusivo.

Leggi tutto: Induratio penis plastica e diagnosi precoce

Incontinenza urinaria femminile: iter diagnostico

incontinenza urinaria femminile iter diagnostico

L’incontinenza urinaria nella donna viene spesso considerata come una forma unica e quindi che non necessita di indagini diagnostiche supplementari. Tuttavia, esistono diversi tipi di incontinenza urinaria e una corretta valutazione diagnostica permette un adeguato trattamento con i migliori risultati per le pazienti. Ovviamente vale la regola generale che sulla base dei reperti anamnestici e della visita urologica eseguita si scelga la via ritenuta più breve per giungere alla diagnosi anche se questa comprende indagini di tipo invasivo. D’altro canto se i rilievi anamnestici non forniscono alcun elemento utile l’iter diagnostico si indirizzerà in una prima fase alle forme più comuni di incontinenza urinaria utilizzando in questo caso inizialmente a metodiche diagnostiche meno invasive.

Leggi tutto: Incontinenza urinaria femminile: iter diagnostico

FacebookGoogle PlusTwitter

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Urologotorino.it utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l`utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare, si accetta e si approva la nostra policy sull`impiego di cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Copyright © 2011 - Tutti i diritti riservati
Urologo Andrologo Dott. Gian Luca Milan - Via Gioanetti 7/A - Torino - Italia - Tel. +39 011 8399088 - P.Iva 08995770016 - C.Fisc. MLNGLC74E30C665B
Note legaliNorme Privacy | Cookies Policy