Ingrossamento della prostata e disturbi sessuali

Iperplasia prostatica benignaLa prostata è un organo ghiandolare del sistema riproduttivo maschile.  La prostata si trova alla base della vescica che circonda l'uretra, che è il canale urinario che collega la vescica al pene.  L'ingrossamento della prostata - ipertrofia prostatica benigna o IPB - è una condizione comune negli uomini anziani, che si traduce in genere in un restringimento dell'uretra.  L’IPB spesso rende difficile la minzione.  Inoltre, l’IPB e i suoi trattamenti associati comporta talvolta effetti collaterali sessuali.

Leggi tutto...

Sangue nella pipi (urine). Che fare?

Sangue nelle urineIl termine ematuria indica la presenza di sangue nelle urine. Può trattarsi di un fenomeno visivamente apprezzabile, oppure di un evento subdolo accertabile soltanto attraverso la ricerca microscopica di globuli rossi nel sedimento urinario (cosiddetta microematuria).
In caso di sanguinamento visibile il colore delle urine varia in base alla quantità di sangue perduto; è sufficiente una emorragia di 1 ml per rendere il fenomeno visivamente apprezzabile. La presenza macroscopica di sangue nelle urine, generalmente fa assumere al liquido le diverse sfumature del rosso. In alcuni casi, però, le tracce ematiche possono conferire alle urine un colorito differente. Per esempio, quando il pH urinario è particolarmente acido, il prodotto dell'escrezione renale assume tonalità più vicine al marrone scuro (urine color fondo di caffè).
Anche quando le urine stazionano a lungo nelle vie urinarie, l'ossidazione dell'emoglobina presente nelle tracce di sangue, le rende più scure. Al contrario, in caso di lesione acuta, seguita da rapida eliminazione urinaria, l'escreto assume un colore rosso intenso.
L'urina, prodotta dal rene, viene convogliata nella vescica attraverso piccoli tubicini chiamati ureteri; da qui, attraverso l'uretra, fuoriesce all'esterno con l'atto della minzione.
Il sanguinamento può presentarsi nel primo tratto della minzione e solitamente si tratta di emorragia che  si è verificata a livello uretrale; se si osserva un sanguinamento nel tratto terminale della minzione o se la colorazione diventa sempre più intensa mano a mano che il flusso continua, si tratta probabilmente di emorragia vescicale.

Leggi tutto...

Il pomodoro protegge la nostra prostata

Il pomodoro protegge la prostataDa tempo il re della cucina mediterranea è studiato per le sue proprietà anticancro, soprattutto per uno dei suoi componenti, il licopene. Ora però uno studio italiano sostiene che il pomodoro nella sua interezza sia molto più efficace dei singoli micronutrienti nella prevenzione del tumore della prostata.
La dimostrazione delle virtù del pomodoro cotto proviene da uno studio su modelli animali condotto dagli esperti del Centro Scienze dell'Invecchiamento dell'università di Chieti, in collaborazione con l'università Federico II di Napoli, e pubblicato sulla rivista Cancer Prevention Research.  Questi ricercatori hanno appurato che una dieta arricchita con pomodoro intero, specie se cotto e con la buccia, come accade nelle più tipiche preparazioni della cucina mediterranea, riduce lo sviluppo dei tumori della prostata e i fattori infiammatori coinvolti nel

Leggi tutto...

Prepuzio del bimbo cosa fare?

Prepuzio bimbo cosa fareLa fimosi è una strettoia del prepuzio che impedisce al glande di essere scoperto tirando indietro la cute.

Quasi tutti i neonati nascono con la punta del pisellino, il glande, ricoperto dalla pelle, il prepuzio. Nell'adulto il prepuzio può scorrere all'indietro e scoprire il glande. Questa è una caratteristica indispensabile durante l'atto sessuale. Nel neonato viceversa se il glande si scoprisse facilmente, verrebbe macerato dall'ammoniaca della pipì e si infetterebbe.

La natura ha in qualche modo pensato a questo e il neonato nasce con il prepuzio incollato al glande. Perciò è impossibile scoprire il glande del piccolo e le manovre tese a farlo sono destinate a provocare delle microlacerazioni della cute con conseguenti microcicatrici che possono restringere il foro del prepuzio provocando una fimosi secondaria.

Fino a molti anni fa i la maggior parte dei pediatri consigliava manovre, talvolta assai dolorose, che permettessero di scoprire il glande. Ancora oggi esiste questo "retaggio" storico e si incontrano genitori che arrivano in ambulatorio chiedendo consigli su come retrarre il prepuzio del loro bambino.

Leggi tutto...

FacebookGoogle PlusTwitter

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Urologotorino.it utilizza i cookies per consentirti la migliore navigazione. Il sito è impostato per consentire l`utilizzo di tutti i cookies. Se si continua a navigare, si accetta e si approva la nostra policy sull`impiego di cookies. Per saperne di piu'

Approvo

Copyright © 2011 - Tutti i diritti riservati
Urologo Andrologo Dott. Gian Luca Milan - Via Gioanetti 7/A - Torino - Italia - Tel. +39 011 8399088 - P.Iva 08995770016 - C.Fisc. MLNGLC74E30C665B
Note legaliNorme Privacy | Cookies Policy